martedì 7 aprile 2020

REVIEW PARTY: "Iceman" di Lady D.

 
ICEMAN è il primo volume
della dilogia RACING HEARTS

SINOSSI:  
Freddo, sfrontato e pieno di sé.
Il suo vero nome è Matias Quinn, ma tutti lo chiamano Iceman: un ex pilota di rally, con gli occhi di ghiaccio e il cuore spezzato, che lo ha portato a chiudere definitivamente con le relazioni. Ma non ha fatto i conti con Nina Williams, una miscela esplosiva di pericolo e adrenalina.
Una donna forte, diversa da tutte quelle che frequenta abitualmente e che rischia di far collidere il suo mondo.
Ogni pilota ha il suo limite e forse quello di Matias sarà proprio Nina.
La loro sarà una competizione spoglia di ogni freno inibitorio.
Uno scontro totale, un corpo a corpo appassionante, dove entrambi spingeranno sull'acceleratore, senza nessun timore di perdere.
Eppure, ogni gara nasconde un imprevisto e quella di Iceman non sarà da meno.
La verità, che si cela proprio dietro il traguardo, rischia di sgretolare l'unica possibilità che Matias ha di aggiudicarsi la vittoria.


RECENSIONE:
La amo. 
La amo perché mi ha fatto perdere la testa dal primo istante. 
La amo perché mi ha fatto battere di nuovo il cuore. 
La amo perché ha ripulito la mia anima dannata. 
Mi ha riportato in vita.
Buon pomeriggio, oggi vi presento “Iceman” di Lady D. primo volume della Racing Heart. Seguo da un po’ l’autrice sui social e incuriosita dalle trame dei suoi romanzi e li ho acquistati, ma ammetto che non avevo avuto ancora il tempo per dedicarmi alla lettura. 

Devo ringraziare ancora una volta Emy del blog Sognare Leggi e Sogna per avermi coinvolto nel review party dedicato a questo romanzo e al secondo capitolo in uscita brave. 


Con questa storia ho fatto tuffo nel passato, a quando da bambina seguivo con papà in tv i Gran Premi di Formula 1, una tappa fissa ogni due settimane, nei week end da marzo a settembre.
Ricordo ancora l’emozione della prima volta in un circuito, a Imola, la visita ai box, la griglia di partenza… adoro il mondo delle corse, a due o quattro ruote non fa la differenza.


E l’autrice, molto competente ci fa fare un viaggio in questo ambiente affascinante. 


I due personaggi principali, Nina e Matias sono una bomba in tutti sensi: assieme sono un mix esplosivo di passione, di testardaggine, ma anche di dolcezza, sì perché, per quanto mi aspettassi scintille fra i due, ogni tanto un pizzico di tenerezza sbuca fuori.

Le faccio una carezza sulla guancia e mi perdo in quelle due pozze verdi, che mi hanno stregato dal primo giorno che le ho incrociate.  «Non potevo chiedere uno stravolgimento di vita migliore di te» le confesso con tutta la dolcezza di cui sono capace.
Nina è un bel personaggio, cresciuta praticamente in pista, è una donna forte che nella sua vita ha potuto contare sull’affetto della nonna, che per prima ha creduto in lei, nella sua passione.
È stata un pilota capace di arrivare in alto, finché un brutto incidente non si è portato via la cosa più preziosa per lei: correre.
Per fortuna ci sono persone che le vogliono bene, ed è grazie a loro che Nina continua ad occuparsi di motori, ma come collaudatore, presentando in pista bolidi per clienti facoltosi. 


Sarà in una di queste presentazioni che Mattia smetterà gli occhi su di lei.
Matias è un ex pilota di rally, il suo cuore è ghiaccio e dopo aver scoperto il peggior tradimento da parte della sua ex, lui le donne le usa per il suo piacere, lasciando i sentimenti fuori dalla porta.

Riesco a malapena a deglutire, mentre mi chiedo come abbia fatto a capire tutto di me, conoscendomi appena. Il mio passato mi ha spinto ad alzare un muro invalicabile con il mondo, ma nessuna delle donne con cui mi sono rapportato negli ultimi anni, se n’è mai accorta. Chiedevo sesso e loro me lo davano, senza troppi problemi, senza troppe domande. Anche con lei credevo che sarebbe stato lo stesso e invece, no, lei di compiacermi se ne fotte, preferisce alleviare le mie pene. «Matias, ci sei?»
Finché non considera Nina una sfida e si rende conto che dovrà mettersi in gioco: per lui sarà difficile, cercherà di resistere ma da quando messo gli occhi su di lei non può più farne a meno.
Certo non si aspetta che Nina sia un osso duro da conquistare e soprattutto che la sua vicinanza gli faccia quell’effetto.


Il rapporto che Mattia ha con la famiglia particolare: da un lato quello con suo padre, brusco, dall’altra quello con lo zio, la sua seconda casa.
Non posso spiegarvi di più, tutto quello che c’è tra Matias, suo padre, lo zio, il cugino Daniel, la sua ex Katie e il legame con Nina in mezzo a tutto, dovrete scoprirlo da sole, leggendo il romanzo, altrimenti vi rovino tutta la sorpresa.


La storia è scritta Pov alterni, in prima persona: questo modo di narrare è quello che preferisco, che mi permette di assaporare al meglio le emozioni dei protagonisti, di entrare in empatia con loro. 


Le descrizioni tecniche la fanno da padrone, si vede che l’autrice sa il fatto suo, ed è molto preparata, ho apprezzato tanto le citazioni riferite ai circuiti alle gare, ai piloti reali e tutto ciò che ruota intorno al mondo delle corse e rende più verosimile il romanzo.

Gli inserti bianchi risaltano nel rosso, lo sponsor principale padroneggia sulla parte anteriore, mentre tutti gli altri vanno ad arricchire le maniche. In vita il classico cinturino con sopra inciso il nome e il cognome, affiancati dal tricolore italiano, che rappresenta la mia nazionalità. A chiudere in bellezza ci pensa il logo della Scuderia Ferrari, stampato a caratteri cubitali dietro alla schiena. Dire che è stupenda, è dire poco. Non vedo l’ora di averla addosso e scorrazzare per tutto il paddock!
I dialoghi sono un’altra parte importante, quelli che troverete fra le pagine sono ben fatti e adatti al contesto, soprattutto quelli tra Nina e Matias sono divertenti ma anche bollenti.
C’è sicuramente un alto tasso erotico tra le righe difficile da ignorare, ma mai volgare nonostante il linguaggio schietto e diretto. 

D’istinto gli butto le braccia al collo e lascio che la sua lingua scivoli nella mia, senza opporre alcuna resistenza. Dovrei respingerlo, dovrei farlo per me stessa, ma non ci riesco, la chimica che c’è tra noi riesce ad annebbiare totalmente il mio buon senso.
Adesso sono in attesa del secondo capitolo, le decisioni prese avranno avuto delle conseguenze? Sono curiosa di scoprire se, e come si sono risolte le cose. Di una cosa sono certa sarà una gara anche la prossima volta…  per il suo cuore.

Cosa dirvi ancora di questo romanzo? Si legge bene, scorrevole, con una trama accattivante e una realizzazione impeccabile, un turbine di emozioni e qualche lacrima.


Matias e Nina sono due personaggi di cui innamorarsi, la loro storia è di quelle che ti rimangono in testa per giorni, a rimuginare su quello che hanno combinato e immaginarti il loro futuro. Ho apprezzato davvero tanto questo romanzo, schietto, diretto e senza fronzoli.


Matias è sicuramente un personaggio affascinante, sotto alla glaciale apparenza nasconde... A voi scoprirlo, io gli ho già regalato un pezzettino del mio cuore.
Consigliato a chi cerca una storia adrenalinica, erotica, e romantica allo stesso tempo.
Per me punteggio pieno. Voto 5/5

COVER REVEAL: "Love me, baby" di Simona La Corte


Titolo: Love me, baby
Autore: Simona La Corte
Editore: Dri Editore
Genere: Spicy
Collana: Spicy Romance
Pagine: 362
Data di uscita: 15 aprile 2020
Formati disponibili: ebook 2.99/ cartaceo 15,99 € circa

Sinossi:
Una rockstar riservata. Una speaker radiofonica inarrestabile. Un accordo pericoloso…

“Siamo paradiso e inferno.
Siamo quiete e tempesta.
Antitesi di un tutto perfetto.”

Los Angeles. 2019.
Cosa saresti disposta a fare per il lavoro perfetto?
Alison West è a un passo dalla svolta: per condurre il programma radiofonico dei suoi sogni deve solo ottenere un’intervista con Felix Evans, in arte The King. Ma la rockstar più sfuggente del panorama musicale americano non ha nessuna intenzione di concedersi… senza ottenere qualcosa in cambio: vuole Alison nel suo letto. Per quanto sembri sbagliato, resistere all’attrazione sembra impossibile, proprio come dimenticare quell’unica notte…


L'autrice:
Simona La Corte nasce il 7 gennaio 1988 e vive nel palermitano.
Appassionata di romanzi rosa, musica e cinema, nel 2019 esordisce in self con il romance Anima e Corpo, cui fa seguito Anima e Cuore.
A dicembre dello stesso anno inizia la collaborazione con Dri Editore, scrivendo un racconto di Natale per la raccolta A libro aperto cafè.
Love me, baby è il suo primo romanzo targato Dri Editore.

Estratti:
La sento stretta attorno al mio sesso e trattengo l’impulso di affondare del tutto; mi ritraggo un po’ e poi ricomincio l’assalto, adesso con maggiore pressione, fino a entrare completamente in lei.
È inspiegabile e sorprendente la sensazione di completezza che sto provando. Mi sembra di aver raggiunto la meta dopo un lungo viaggio, sto bene sia nel corpo che nella mente ed è come se avessi aspettato da tempo che questo momento arrivasse.
Comincio a muovermi lento, finché diventa una danza istintiva e frenetica che ci travolge in un vortice di follia e piacere.

Dovrei allontanarla da me, fuggire da questo folle richiamo che mi spinge a desiderarla sopra ogni cosa, ma sono debole. Divento privo di volontà quando entro in contatto con le sue labbra e la bacio come se da lei ricavassi l’ossigeno che necessito per respirare.

«Se non vuoi che revochi i diritti per la pubblicazione dell’intervista e della messa in onda della registrazione, dovrai fare sesso con me. Non esiste un altro modo.»
 La vedo spalancare gli occhi e trattenere il respiro.
«Credevi che fossi mosso dalla compassione per la tua storiella della promozione? È da ieri sera che non penso ad altro che a scoparti» insisto, approfittando del suo silenzio.

lunedì 6 aprile 2020

REVIEW PARTY: "Note d'amore" di Susy Tomasiello

 
Autrice: Susy Tomasiello
Editore:
Self  Publishing
Genere:
Romance Contemporaneo
Data di Pubblicazione:
5 Aprile 2019

SINOSSI:   
Quest'estate Thomas ha deciso che sarà indimenticabile per suo figlio John. Sceglie una meta lontana perché sa che così potrà avere pace e tranquillità almeno per un mese.Laura è a Maiori perché sta attraversando un periodo difficile e desidera soltanto rilassarsi.Due anime sole che intrecciano le loro vite quasi per caso. Due persone che capiranno quanto la vita che credevano decisa, può subire una scossa enorme se s'incontra la persona giusta.Se Thomas è coinvolto dalla sua dolcezza, Laura trova in lui quello che ha sempre desiderato in un uomo. Potrebbe sembrare tutto perfetto se Thomas non cercasse di tenerla lontana.Cerca di nascondere i suoi segreti perché sa che una volta scoperta la verità, niente sarà più lo stesso. Il cuore però, è capace di seguire anche le strade più difficili pur di arrivare alla meta. E poi Thomas non ha tenuto conto della caparbietà di Laura, né dell'importanza di una semplice canzone..

 RECENSIONE:
 “Nessuno incrocia il nostro cammino per caso e noi non entriamo nella vita di qualcuno senza una ragione.”
Buona serata care lettrici, oggi vi presento il romanzo di Susy Tomasiello “Note d’amore”.
Sono molto grata all’autrice per avermi coinvolto nel review party, organizzato per festeggiare un anno dalla pubblicazione, e per la copia ebook fornita.
Ho scoperto una storia straordinaria, bella, scritta bene, capace di emozionarmi dalla prima all’ultima pagina. 

C’è tantissimo amore e tanta dolcezza in questo romanzo, Thomas e Laura sono due personaggi completi, con i loro problemi e le loro paure,  che un giorno si incontrano grazie a John, il figlio di Thomas e per entrambi scatta qualcosa. Due cuori feriti, che piano, piano trovano il modo di curarsi a vicenda. 
“Il suo viso è travolto da quella stessa passione che attraversa ogni cellula del mio corpo e sono quasi orgogliosa di constatare che lo stesso effetto devastante che lui mi ha creato, gliel'ho prodotto anch'io.”
La storia si svolge prevalentemente a Maiori sulla costiera Amalfitana, con piccole incursioni a Boston, negli Stati Uniti. Le descrizioni delle ambientazioni sono accurate, sembra di essere lì con loro, nelle piazze, per i vicoli, sulla spiaggia.
Narrato in prima persona, a Pov alterni, ci fa entrare in punta di piedi nelle vite di Thomas, Laura, John e di tutti gli altri personaggi, scoprendo sogni e desideri ma anche la quotidianità della famiglia raccontata in modo spontaneo. Quasi fossero vecchi amici. 

Laura si trova a passare l’estate a Maiori, a casa dei nonni, per rimettere in sesto il suo cuore, dopo la delusione d’amore in cui ho perso tutto, compreso il lavoro e tutti suoi risparmi ingannata da qualcuno che credeva di amare. 

Thomas è in paese per trascorrere le vacanze con il figlioletto John che riesce a vedere poco dopo la separazione dalla moglie: vuole godere di queste vacanze convinto che quella sia la sua ultima estate con lui.
Perché Thomas ha un segreto che pesa sulla sua vita come un macigno, ma con Laura, nonostante lui cerchi di nasconderlo, riesce ad aprirsi, a confidarsi colpito dalla dolcezza di lei; e lei per quanto possa sembrare fragile, accetta quel segreto come solo una donna innamorata sa fare. 
“Laura non vacilla davanti a nulla e questo mi fa sorridere perché la sua forza è qualcosa su cui posso sempre aggrapparmi.”
“Thomas emette un lungo sospiro e poi poggia la fronte contro la mia chiudendo gli occhi. Il nostro contatto non è forte, ma è come se per un momento le nostre anime fossero connesse perché sento il suo fardello diventare un po’ anche il mio e sono pronta a sopportarlo, sono preparata a sollevarlo insieme a lui.”
I due protagonisti hanno un trascorso diverso, diversa era la loro vita prima di incontrarsi a Maiori ma per qualche strano motivo sono come due tessere di un puzzle che si incastrano perfettamente.
Thomas in passato è stato famoso, si è rifugiato li proprio nella speranza che nessuno lo riconosca. Sono testardi, entrambi non vogliono cedere a quello che sta nascendo fra loro e ognuno cerca di rendere felice l’altro, disposto a rinunciare alla propria.
“Qualcosa nel mio cuore trabocca, s'incrina fino a rompersi e poi si ricompone come per magia più forte e più saldo di primo. Mi getto tra le sue braccia e lo stringo forte perché in questo momento quello che voglio dirgli, sembra essere rimasto intrappolato in gola ed è difficile tirarlo fuori.” 
Arrivati a questo punto non mi resta che consigliarvi la lettura di questo bel romanzo, prendetevi un pomeriggio tranquillo, la storia è lunga e ben realizzata, un paio d’ore non sono bastate neppure per una divoratrice di libri come me.

C’è amore in tutte le sue sfumature in questa storia: quello passionale fra Thomas e Laura; ma anche l’amicizia è un sentimento d’amore come il bellissimo rapporto che si crea fra Laura e Aria; quello della famiglia, in questo caso i nonni di Laura, che nei suoi confronti le donano quell’amore che  i suoi genitori non sono capaci di darle. 
C'è anche un’altra forma di amore, quella che si chiama rispetto, come quello che c’è tra Thomas e la sua ex moglie, una forma di amore che lega due persone in modo civile per il bene di John, il loro figlio.

Insomma la storia romantica sotto tutti i punti di vista.
Consigliato a tutte le lettrici che cercano un romanzo d’amore con la “A” maiuscola

Voto 5/5

SEGNALAZIONE USCITA: "Il mio lato proibito" di Pamela Boiocchi, Michela Piazza

TITOLO:  "IL MIO LATO PROIBITO"
AUTRICI: Pamela Boiocchi, Michela Piazza
GENERE: Romance piccante
DATA DI USCITA: 6 APRILE 2020. In prevendita dal 3 aprile
PREZZO: IN OFFERTA LANCIO A 0,99 euro
IN VENDITA SU: Amazon e disponibile su kindleunlimited

SINOSSI:
"È un bugiardo! Se fossi saggia, me ne andrei. Ma poi Juan infila la lingua nella mia bocca e i buoni propositi svaniscono"

Elisa è dolce e tranquilla. Juan è spregiudicato e sensuale.
Tra pozze termali sperdute nella foresta, vulcani attivi e nidi di tartarughe, l'attrazione tra loro cresce inesorabile, però un segreto sembra pronto a dividerli per sempre.
Impareranno a lasciar cadere ogni difesa e ad ammettere che gli opposti si attraggono?
Una storia esotica e decisamente piccante. Perché in ognuno di noi si nasconde una parte selvaggia."
- Romanzo Autoconclusivo -


BIO AUTRICI:
Pamela e Michela hanno pubblicato singolarmente due saghe sui pirati (“La maledizione di Blackbeard” e “La donna pirata”) e insieme hanno scritto i chick-lit della serie Amori al peperoncino, pubblicati nella collana Youfeel di Rizzoli (“Napoli New York, amore al peperoncino” e “Sposami a Sugar Land”).
I romance storici “Il Riscatto del Pirata”, “La Conquista dell’indiano” e “La Vendetta del Bandito” sono stati granndi successi.
Si sono cimentate nel romantic suspense di epoca vittoriana con “Miss Demonio”.
Tra le loro opere contiamo poi la trilogia “Non è il mio tipo”, composta dai chick-lit autoconclusivi “Seduttore dell’ordine”, “Incanto di Natale” e “Una piccante sorpresa”.
E la commedia romantica “Natale al castello”.
Hanno pubblicato inoltre i romance storici “Peccato in Paradiso” e “L’angelo e la Tigre”.
Nel 2019 sono usciti per Dri Editore il chick-lit “Bugie a Santorini” e il romance vittoriano “Scandalo nella brughiera”.
Nonostante vivano una alle Canarie e una sul Lago Maggiore, Pamela e Michela restano unite da una pazza amicizia e dal potere dei sogni.

 

SEGNALAZIONE USCITA: "Attraverso lo specchio" di Giada Obelisco


Titolo: Attraverso lo specchio
Autore: Giada Obelisco
Editor: Diego Di Dio
Uscita: 7 aprile 2020
Prezzo: 2,99
LINK ACQUISTO AMAZON

Trama:
Robert e Megan Jordan sono ancora la coppia perfetta: lui capo della polizia di Portland con un passato da agente dell’NSA, lei specializzanda in pediatria ed ex ladra di gioielli. Sposati ormai da due anni, hanno accantonato la vita avventurosa e sognano di allargare la famiglia.
Questo fino al giorno in cui un biglietto con solo tre parole: “Veracruz, diciotto novembre” cambierà tutto e li trascinerà in una trappola senza uscita.
Paige Maxwell è la donna che nessuno vorrebbe incontrare: bellissima, glaciale e incapace di dire la verità. Ma, attraverso lo specchio, si intravede un’altra ragazza, quella che nasconde i libri in soffitta, che studia di nascosto e sogna di cambiare il mondo.
Ma qual è la vera Paige? E in che modo i suoi segreti e le sue bugie la porteranno a Veracruz, il diciotto novembre?
 In un’avventura folle tra Messico e Caraibi, tra passato e presente, Robert e Meg capiranno che l’unico modo per sopravvivere sarà proprio scoprire chi è davvero Paige: la loro rovina o la salvezza?


COVER REVEAL: "Duplice omicidio a Lotrib" di Luca Betti


Titolo: Duplice omicidio a Lotrib
Autore: Luca Betti
Editore: PubMe
Collana Editoriale: Segreti in Giallo Edizioni
Genere: Fantasy/Giallo
Uscita: 9 aprile 2020
Pagine: 164
Cartaceo: 9,99 E-Book: (€ 1,00 Offerta Pre-Order) € 2,00

SINOSSI: 

Lotrib è una città tranquilla. Qui, famiglie di umani convivono, seppur di malavoglia, con nani e orchi.
A sconvolgere la sua routine è un duplice omicidio che si consuma nella zona dove si trova l'Università. Vittime ne sono il professor Perat, docente di Lingue Antiche presso l'Università di Lotrib, ritrovato riverso a faccia in giù sulla scrivania del suo studio e il custode del dipartimento, trovato anche lui morto con un colpo alla nuca.
A risolvere l'omicidio, che si presenta come un misterioso rompicapo sarà Darden, un investigatore privato.

BIOGRAFIA:
Luca Betti è nato il 23 Maggio 1983 a Bologna, nel 1987 si è trasferito con la famiglia in provincia a Castel S. Pietro Terme, ora vive a Imola. Nel novembre del 2005 ho conseguito la laurea triennale in Sociologia, mentre nel 2015 la laurea triennale in Servizio Sociale. Dopo aver svolto diversi lavori ho collaborato per anni come educatore per un’associazione che si occupa di dopo-scuola per i ragazzi di alcuni paesi della zona, mentre dal dicembre 2014 gestisce un beershop/birreria a Imola.
Nel 2018 è uscito sulla pagina Smezziamo un racconto breve dal titolo “Piccolo Piccolo”.
Nel 2019 un altro racconto breve è stata selezionato dalla redazione del programma di RadioRAI Plot Machine e letto in diretta durante la puntata del 22 giugno.
Oltre all’interesse per la lettura, le altre grandi passioni sono la musica, la birra artigianale e il calcio. Suona il basso nella metal/rock band Sweet Insanity, il cui album di debutto è uscito nell’estate 2009 per un’etichetta indipendente italiana, mentre nel 2016 è uscito un EP autoprodotto.

domenica 5 aprile 2020

REVIEW PARTY: "Terraferma" di Laura Vegliamore


Titolo: Terraferma
Autore: Laura Vegliamore
Editore: Dri Editore
Genere: Storico
Collana: Historical Romance
Pagine: 256
Data di uscita: 30 marzo 2020
Formati disponibili: ebook 2.99/ cartaceo 15,99 € circa

Ecco il link d'acquisto: https://amzn.to/2wxNmCT

Sinossi:

Un giovane dal passato misterioso. Una ragazza alla ricerca della verità. Un segreto da svelare.

Jude, figlio adottivo di Lord Wingfield, è un giovane cupo, strano e dannatamente introverso.
Dal giorno in cui è stato trovato sulla spiaggia, quasi in fin di vita, su di lui aleggia un fitto mistero che nessuno sembra in grado di risolvere.
In uno dei suoi giorni tutti uguali, il giovane si imbatte per caso in Olive, l'eccentrica figlia del dottor Liddle.
Come una mareggiata imprevista, il sentimento che nasce tra i due li sorprende e destabilizza nel profondo.
Un’altra tempesta, però, è in procinto di esplodere e il passato di Jude è pronto a riemergere stravolgendo ogni cosa.
La giovane Olive sarà abbastanza forte per salvarlo dalle onde e riportarlo sulla Terraferma?

L'autrice:
Laura Vegliamore è nata a Roma nel 1989.
Dopo essersi diplomata in recitazione all’Accademia Internazionale di Teatro si è trasferita a Parigi dove ha vissuto per tre anni, lavorando come agente museale alla reggia di Versailles. Appassionata di storia e luoghi antichi, lettrice devota fin dall’infanzia, ha sempre adorato scrivere e, una volta tornata in Italia, si è decisa a dedicarsi a questa passione anima e corpo.


 
RECENSIONE: 

E fu vita, fu incanto. Fu semplice e genuino e astruso e incomprensibile. Fu vero, potente. Uno squarcio di meraviglia che Olive non aveva mai osato sperare prima in vita sua.
Buon pomeriggio, domenica insolita per il blog che oggi partecipa al Review party organizzato da Dri Editore per la spettacolare penna di Laura Vegliamore, e il suo romanzo storico Terraferma. 

Ho un legame particolare con questa autrice, mi ha dato la fiducia come blog quando ho iniziato circa un anno fa e il suo precedente romanzo è stata una delle mie primissime recensioni, non potevo certo lasciarmi sfuggire l’occasione di leggerla in uno storico. 


C’è una magia, una delicatezza, una poesia immensa in mezzo a queste pagine; una grande maestria nell’uso delle parole, degli aggettivi usati per descrivere gli stati d’animo dei protagonisti e per le ambientazioni dove si svolgono gli eventi.
Laura ha saputo riportarci, con un linguaggio forbito e una scelta accurata dei termini e delle espressioni letterarie utilizzate all’epoca dei classici delle sorelle Bronte e di Jane Austen. 


C’è amore e passione tra Olive e Jude, puro, forte, si appartengono con una tale intensità che tutto il resto scompare. Non c’è volgarità tra le righe, nemmeno in quelle che descrivono il passato di Jude. 

L’acqua, la terra. Il vento e la folla.
Ogni secondo che il mondo aveva scavato, ogni filamento di vita, di ombra e di respiro. Tutte le onde del mare, i soffi crudeli della tempesta.
Ogni cosa svanì. Olive fu solo corpo nudo e caldo, pelle bianca e cuore in tormento.
Sangue che cercava Jude, che ne bramava il piacere dentro, che lo voleva addosso e in ogni sospiro. «Non farei nulla che possa arrecarvi dolore, Olive.» Annuì, sorrise.
Poi lasciò che lui la raggiungesse, che la toccasse davvero, finalmente. Che sconvolgesse tempo e spazio, distruggesse certezze e sfilacciasse pensieri e sogni.
Fu di un piacere crudele e insaziabile che si sentì morire, in quella soffitta in penombra, accarezzata dalla presenza delle tele, dalle paure di Jude che la guardavano.
Divenne donna e compromessa, distrusse la signorina Liddle, la sua praticità e il suo essere ferma. Divenne aria, si sentì vento. Era terraferma e divenne tempesta.
C’è una donna forte, Olive è rimasta orfana di madre alla nascita, lo stesso giorno in cui il mare restituisce Jude, il piccolo naufrago: un sottile legame che li unisce e che rischia di separarli 20 anni dopo. 

Il padre di Olive è il medico del villaggio, grande amico di Lord Wingfield il padre adottivo di Jude. Olive ha imparato da lui le basi della medicina, cure fatte con le piante; siamo nel 1866, la medicina come la conosciamo adesso è lontana, così com’è lontano per una donna avvicinarsi a tali pratiche.
Laura si fa scoprire anche questo aspetto, la diffidenza di chi non accetta una donna come medico, come se non fosse capace di imparare e soprattutto di curare. Per questo Olive è chiacchierata, considerata eccentrica per questa sua passione e poco “donna” perché non dedita al ricamo, alla musica, alla pittura. 


Siamo ben lontani da Londra, dai salotti dalle matrone ma non delle pettegole, dalle malelingue che hanno sempre da mettere bocca su tutto.
Il bersaglio delle loro chiacchiere e Jude, il suo passato, le sue origini fino ad arrivare a mettere in dubbio anche la buon’anima del vecchio conte.
Jude uomo tormentato, gli incubi, i ricordi del naufragio sono sempre lì a rendere insonni le sue notti. Sfugge il mondo, non ama le feste e balli, fa una vita solitaria, recluso fra le pareti di Wingfield Manor, l’unico modo per sottrarsi alla curiosità morbosa con cui lo circondano. 


E Olive, cos’è per lui? Una luce, un faro nella nebbia, e si… una terraferma, un porto sicuro per la sua anima.
Quando appare nella sua vita, scopre il mondo fuori non è così male, che non può più fare a meno di lei, così come Olive non riesce a resistere alla tentazione di andare alla serra della tenuta solo per trovare un suo messaggio. 

Il mare le tuonò dentro, si mischiò alla tempesta che aveva davanti, divenne uragano, follia e mondo. «Non riesco a tenere i pensieri lontani da voi.»
Non fatelo, avrebbe voluto gridare, mentre la propria mano saliva a bloccare quella di Jude, mentre il suo palmo sfiorava il dorso della sua, vi si adagiava, lo stringeva. «Siete terraferma, Olive.» Il tempo parve spezzarsi, l’universo cadere e sciogliersi. Poi le labbra di Jude si poggiarono su quelle di Olive, e per la prima volta nella sua vita lei capì di saper morire e rinascere. Jude la strinse, le prese il volto, sciolse le sue labbra e lasciò che le loro lingue si incontrassero, che il calore di quella tempesta deflagrasse, che avvampasse dentro Olive, la abitasse e le scuotesse il sangue e i battiti. E fu vita, fu incanto. Fu semplice e genuino e astruso e incomprensibile. Fu vero, potente. Uno squarcio di meraviglia che Olive non aveva mai osato sperare prima in vita sua.
Cosa dirvi ancora senza fare spoiler?  Ve ne raccomando caldamente la lettura, magari accompagnandola con una buona tazza di the, comodamente seduti sulla vostra poltrona preferita per gustarvi la storia parola per parola.
Non fate come me, l’ho divorata in due ore, rapita dalle pagine coinvolgenti e piene di fascino. 


Il romanzo è scritto Pov alterni, in terza persona: anche se di solito preferisco leggere storie scritte in prima persona, per il senso di empatia che si crea con i personaggi, in questo l’autrice è stata così brava, densa di dettagli e di aggettivi, che stato facile innamorarsi di Oliver e Jude, della forza della prima e della fragilità del secondo. Così come è facile immaginarsi nei luoghi, sulla scogliera con il mare in tempesta, insomma questo è un romanzo perfetto. 

Aveva bisogno di sentirla accanto, di sapere che continuava a esistere, a essere la cosa più bella che gli fosse accaduta. Rimasero a respirare quella vita per parecchio, prima che Jude si accorgesse di sorridere. Allora si voltò verso Olive, le cinse il volto tra le mani e sorrise di nuovo. «Siete terraferma, Olive» mormorò «Siete il mio scoglio immobile e gentile, la sponda salvifica sulla quale approdare.» Le diede un bacio, carezzò il volto con i polpastrelli. Commosso e felice l’abbracciò stretta. «Siete quanto di più bello abbia mai avuto il coraggio di sperare, siete un attimo eterno di salvezza, il calore del mondo che ancora voglio stringere. Siete vita, Olive. Siete mondo e calma, dolcezza e speranza.» Si allontanò appena, quel tanto che bastava per guardarla negli occhi e vederla emozionata e meravigliosa, bella e pura come niente lo era mai stato.
Non avevo dubbi quando accettato di partecipare al review che avrei avuto di fronte una lettura super. Non me ne vogliano le altre autrici, tutte bravissime, ma questo è uno dei romanzi storici migliori, letti finora: bello, coinvolgente, ben scritto e senza errori.
Una penna sublime capace di incatenare il lettore alle pagine.
Direi che il voto 5/5 è troppo poco.
Buona lettura a voi.

sabato 4 aprile 2020

REVIEW PARTY:" Come non innamorarsi del capo (The Coffee Series Vol. 2)" di Whitney G.


Sinossi
The Coffee Series
Fare il dottore a New York non è semplice, soprattutto se, come me, gestisci una clinica privata piena di incompetenti con il vizio dell’assenteismo. Negli ultimi sei mesi ho dovuto eseguire fin troppe operazioni di routine: di norma non sarebbe un problema, se non fosse che io ho abbandonato da un pezzo la medicina generale, adesso dovrei essere un dannato terapeuta… Così, quando al mio team si è finalmente aggiunta una persona più capace, ero al settimo cielo. Questo finché non ho scoperto che il nostro nuovo dottore non era altri che la donna che mi ha dato buca due settimane fa. La stessa che mi ha piantato in asso dopo che avevamo deciso di spostare nella realtà le nostre bollenti chat online...

 
BIOGRAFIA:
Whitney G. è cofondatrice di The Indie Tea, un blog di consigli per autori indipendenti di romanzi rosa. La Newton Compton ha pubblicato Splendido dubbio, Baciami ancora una volta, Un adorabile cattivo ragazzo, e solo in ebook, Una notte senza fine, Non sarà un’avventura, Ma io volevo te e La notte più bella della mia vita.

RECENSIONE:
Buona serata a tutte, arrivo tardissimo con la seconda recensione della giornata. Questa volta vi presento il nuovo capitolo della "The Coffee Series" "Come non innamorarsi del capo" di Whitney G. Ringrazio Sara del blog Tre gatte tra i libri per avermi dato la possibilità di partecipare al review e la Newton Compton per la copia ebook fornita.
 
È il primo romanzo che leggo di questa scrittrice, anche se devo ammettere che ho altri suoi libri, lì che aspettano di essere letti.
Mi ha sorpreso molto lo stile di questa storia, breve per essere un romanzo, solo 122 pagine: l'autrice si è limitata all'essenziale, ha sviluppato solo ciò che sta intorno ai due protagonisti, gli altri personaggi quando ci sono, sono solo delle fugaci apparizioni con pochissimi dettagli sulla loro personalità, sul loro carattere.
 
Tutto ruota intorno ai due personaggi, il dottor Garrett Ashton e la specializzanda Natalie Madison. I due si conoscono online su un sito di incontri, ma non si sono mai incontrati, non hanno mai visto una loro foto e non usano neppure il loro nome. Insomma due perfetti sconosciuti, che però si raccontano le loro esperienze, soprattutto Natalie confessa molti dei suoi desideri e racconta le sue disavventure.
“JERSEYGIRL7: No, e non interrompi niente… Se ti dico cosa è successo al mio appuntamento di stasera, mi prometti di non ridere?
D-DOCTOR: Probabilmente no.
JERSEYGIRL7: Dico sul serio.
D-DOCTOR: Anch’io. Dimmi cos’è successo e io ti dirò se c’è da ridere o no.
JERSEYGIRL7: Be’, allora no! Il tipo era favoloso e il sesso è stato proprio come mi aspettavo e anche di più!
D-DOCTOR: Il tuo appuntamento sarebbe dovuto essere alle sette e sono appena le sette e mezza. Questa la dice lunga sulla misura delle tue aspettative…
JERSEYGIRL7: Okay, va bene. Mi ha mentito su tutto…”
Per un errore dell’ospedale dove lei fa il tirocinio, Natalie finisce a fare la specializzazione nella clinica dove Garrett lavora, e dove sarà il suo capo; le cose si complicano nel momento in cui lei scopre chi è.
Ma soprattutto quando lo scopre lui…
 
Ne leggerete delle belle, Garrett si mostra arrogante quando cerca di sfruttare il suo ruolo di capo, ma Natalie non si fa certo mettere i piedi in testa… ma da qualche altra parte si, però per scoprirlo dovrete leggerlo… L’attrazione che c’è fra i due fa il resto.
Nonostante la brevità, la storia è godibile, un romanzo che si legge in mezz’ora, scorre via senza intoppi, i dialoghi specialmente quelli della chat di appuntamenti sono uno spasso.
“JERSEYGIRL7 sta scrivendo…
JERSEYGIRL7: Ehi. Potrei avere una domanda…
D-DOCTOR: Ciao. Potrei avere una risposta…
JERSEYGIRL7: Saresti disponibile a vedermi questo venerdì invece che quello dopo? Riusciresti a spostare qualcuno dei tuoi “appuntamenti”? Dovrò essere a New York nel pomeriggio per una riunione, così ho pensato di chiedertelo.”
“D-DOCTOR: Certo, sono disponibile a “scoparti” questo venerdì invece che quello dopo. Nessun problema. Stessa ora?
JERSEYGIRL7: Stessa ora. Ah, e vogliamo finalmente scambiarci le foto, così saprai chi cercare e viceversa?
D-DOCTOR: No, lasciamolo in sospeso… Ci vediamo alle otto. Sarò seduto al tavolo numero 12.”

Caso mai manca qualcosa, accade tutto in pochissimo tempo e senza troppi intralci.
 
Personalmente anche in un romanzo leggero come questo, mi aspetto qualcosa di più, un maggior approfondimento soprattutto per quanto riguarda la caratterizzazione dei personaggi.
Nel complesso comunque è una lettura positiva, consigliata per passare un po' di tempo senza pensieri.
Voto 3,5/5

REVIEW PARTY: "Tesoro d’Irlanda" di Manuela Chiarottino

IN VENDITA DAL 13 MARZO 2020
ebook €2,99 pp. 278
cartaceo €11,99 pp. 278
DISPONIBILE SU KINDLE UNLIMITED


Titolo: Tesoro d’Irlanda
Serie: Stand Alone, autoconclusivo
Autore: Manuela Chiarottino
Genere: Contemporary romance
Tipo di finale: Chiuso
Narrazione:  terza  persona


SINOSSI:
Non sempre il cuore ha radici nel luogo in cui vive, ed Eillen lo sa bene.
Cresciuta con suo padre fin dalla tenera età, subendo l’abbandono della madre, la giovane frontwoman di un gruppo celtico è ormai una donna adulta con grandi ambizioni ma che non ha ancora incontrato l'amore.
La terra verde della sua infanzia sembra di nuovo chiamarla a sè, giorno dopo giorno.
Ogni particolare conduce i suoi passi sulle tracce dell’isola, e l’incontro con Fosco, un uomo taciturno e affascinante, la turba fino a costringerla a mettere tutto in discussione, dal cuore alla ragione.
E se avesse avuto sempre ragione sua madre, mentre narrava di fate dei boschi e magie d’altri tempi?
E se l’amore prescindesse la realtà, scegliendo vie a volte surreali, ma altrettanto vivide?

Dall'autrice dell'indimenticabile La bambina che annusava i libri una nuova storia dalla forza di un amore incontenibile.

BIOGRAFIA: Manuela Chiarottino, è nata e vive in provincia di Torino.
Vincitrice del concorso Verbania for Women 2019, nella scrittura ama il genere rosa, declinato in diverse sfumature. Per More Stories ha già pubblicato La bambina che annusava i libri, disponibile su amazon.it e sul programma Kindle Unlimited. 


RECENSIONE:

Buon pomeriggio, oggi vi presento il nuovo romanzo di Manuela Chiarottino "Tesoro D'Irlanda" edito da More Stories.
Lo ha letto per voi, una collaboratrice del blog, Paola. Andiamo a scoprire cosa ne pensa e a leggere la sua recensione.


"Se andiamo a scavare in fondo, nelle nostre paure e nei nostri sogni, siamo tutti un po' visionari. Chi non crede ai fantasmi non tremerà forse alla stessa maniera, in una notte buia e solo, in un cupo castello? E chi non crede alle favole non si commuoverà forse di fronte agli occhi lucidi del figlio che giura di aver visto Babbo Natale? In un momento di sconforto non proverà a gettare una monetina in un pozzo o esprimere un desiderio di fronte ad un arcobaleno?"
Non sempre il cuore ha radici nel luogo in cui vive, ed Eillen lo sa bene.
Cresciuta con suo padre fin dalla tenera età, subendo l’abbandono della madre, la giovane frontwoman di un gruppo celtico è ormai una donna adulta con grandi ambizioni ma che non ha ancora incontrato l’amore.
La terra verde della sua infanzia sembra di nuovo chiamarla a sé, giorno dopo giorno.
Ogni particolare conduce i suoi passi sulle tracce dell’isola, e l’incontro con Fosco, un uomo taciturno e affascinante, la turba fino a costringerla a mettere tutto in discussione, dal cuore alla ragione.
E se avesse avuto sempre ragione sua madre, mentre narrava di fate dei boschi e magie d’altri tempi?
E se l’amore prescindesse la realtà, scegliendo vie a volte surreali, ma altrettanto vivide?
Non sempre il cuore ha radici nel luogo in cui vive.... Questa frase è la chiave di lettura del romanzo di Manuela Chiarottino "Tesoro d'Irlanda".

I personaggi chiave di questo romanzo sono Eileen, una bellissima e versatile giovane donna dedita alla pittura, alla musica (suona il bodhrán) e al canto. Fa parte di una band con la quale si esibiscono cantando ballate celtiche. Dalla madre ha ereditato la fantasia, l'interesse per la magia e l'amore per l'Irlanda.

E' talmente trascinante la scrittura della Chiarottino che già all'inizio della lettura ho immaginato  di essere con Eileen sulla spiaggia di Marina di Pietrasanta mentre riversava i colori del mare, i giochi di luce del cielo, la spuma delle onde che si infrangevano sulla spiaggia e ne avvertivo anche il sapore salmastro.

Ho fatto il tifo per lei quando sulla spiaggia ha incontrato lui...Fosco. Eileen e Fosco, due persone che si incontrano in un momento particolare della loro vita, entrambi alla prese con l'elaborazione di mancanze, di vuoti, di dolori, di rabbia.

Fosco  è un'anima tormentata 

"... l'uomo, la cui anima somigliava alla furia degli elementi che lo avvolgeva...", "aveva due occhi dell stesso colore di quelle onde che s'infrangevano senza rumore sulla battigia. Un blu con sfumature di piombo che diveniva, di secondo in secondo, un grigio cenere macchiato di cielo".
Eileen, 
"...quella figura esile e armoniosa, che cercava di rubare un po' del suo mare, l'aveva dapprima infastidito e poi incuriosito. E quando aveva incontrato quegli occhi verdi come uva acerba, fieri e pieni di libertà come una giornata d'estate, qualcosa dentro di lui si era smosso..."
Ho seguito Eileen quando è volata in Irlanda ,nella sua casa di infanzia, alla ricerca di risposte sul suo passato. Mi sono ubriacata dei colori dei fiori, dei profumi e del mare. Ho immaginato di sfogliare il libro verde che la madre le aveva lasciato in eredità alla ricerca di  chissà quale pozione magica. Ho partecipato alla ricerca del tesoro e ho ammirato la sua forza, la sua creatività, la sua umanità e il suo orgoglio.

Un bellissimo romanzo in cui ho trovato tutto: amore, fantasia e suspense... Chi era quell'omone che seguiva i suoi passi e che furtivamente era entrato in casa sua ben due volte mettendo tutto sottosopra?

Un romanzo che si legge tutto d'un fiato, pieno di magia e dal ritmo incalzante.

E come recita la citazione del paratesto: il mondo è pieno di cose magiche... Sta a noi coglierle..
Buona lettura! Paola

Voto 5/5

venerdì 3 aprile 2020

PRESENTAZIONE ROMANZO: "Il mio lato proibito" di Pamela Boiocchi, Michela Piazza

TITOLO:  "IL MIO LATO PROIBITO"
AUTRICI: Pamela Boiocchi, Michela Piazza
GENERE: Romance piccante
DATA DI USCITA: 6 APRILE 2020. In prevendita dal 3 aprile
PREZZO: IN OFFERTA LANCIO A 0,99 euro
IN VENDITA SU: Amazon e disponibile su kindleunlimited

SINOSSI:
"È un bugiardo! Se fossi saggia, me ne andrei. Ma poi Juan infila la lingua nella mia bocca e i buoni propositi svaniscono"

Elisa è dolce e tranquilla. Juan è spregiudicato e sensuale.
Tra pozze termali sperdute nella foresta, vulcani attivi e nidi di tartarughe, l'attrazione tra loro cresce inesorabile, però un segreto sembra pronto a dividerli per sempre.
Impareranno a lasciar cadere ogni difesa e ad ammettere che gli opposti si attraggono?
Una storia esotica e decisamente piccante. Perché in ognuno di noi si nasconde una parte selvaggia."
- Romanzo Autoconclusivo -
BIO AUTRICI:
Pamela e Michela hanno pubblicato singolarmente due saghe sui pirati (“La maledizione di Blackbeard” e “La donna pirata”) e insieme hanno scritto i chick-lit della serie Amori al peperoncino, pubblicati nella collana Youfeel di Rizzoli (“Napoli New York, amore al peperoncino” e “Sposami a Sugar Land”).
I romance storici “Il Riscatto del Pirata”, “La Conquista dell’indiano” e “La Vendetta del Bandito” sono stati granndi successi.
Si sono cimentate nel romantic suspense di epoca vittoriana con “Miss Demonio”.
Tra le loro opere contiamo poi la trilogia “Non è il mio tipo”, composta dai chick-lit autoconclusivi “Seduttore dell’ordine”, “Incanto di Natale” e “Una piccante sorpresa”.
E la commedia romantica “Natale al castello”.
Hanno pubblicato inoltre i romance storici “Peccato in Paradiso” e “L’angelo e la Tigre”.
Nel 2019 sono usciti per Dri Editore il chick-lit “Bugie a Santorini” e il romance vittoriano “Scandalo nella brughiera”.
Nonostante vivano una alle Canarie e una sul Lago Maggiore, Pamela e Michela restano unite da una pazza amicizia e dal potere dei sogni.