giovedì 27 giugno 2019

RECENSIONE: Aspettando i naufraghi di Orso Tosco

Buongiorno a tutte oggi voglio parlarvi di un libro diverso dal solito:  
Aspettando i naufraghi di Orso Tosco.

Con questo libro inizio la mia collaborazione con Leggere a Colori:  
il progetto letterario nato nel 2012 dall’idea dello scrittore Fabio Pinna.  

  


Sedici sono le persone sedute attorno al grande tavolo di legno nero e sedici sono le persone che si puntano una pistola alla tempia. Ma quindici soltanto sono i corpi che si accasciano al suolo dopo il boato delle esplosioni. Massimo, l’uomo in costume da bagno, non ha premuto il grilletto. Resta immobile, con la pistola spinta contro la tempia. Senza poggiare la pistola, risponde al proprio cellulare che ha cominciato a squillare. «Come stai?», dice Massimo schiacciando la bocca della pistola ancora più a fondo nella carne. «Sì, hanno staccato la luce. Vuol dire che sono vicini». E continua: «Ho deciso di venire, da te. No, no, da solo. Gli altri sono andati. Vengo da solo, papà»


Il mondo chiedeva misericordia… È questo il pretesto che i “Naufraghi” si danno per giustificare le loro azioni. CONTINUA
 

Nessun commento:

Posta un commento