venerdì 15 novembre 2019

RECENSIONE: "Tutta la neve del cielo

E' tornata in libreria con un altro capitolo della serie Vermont, l'autrice Angela Contini, siete curiose di scoprire Patrick, un'altro dei fratelli Morgan?
Io si.

Titolo: Tutta la neve del cielo
Autore: Angela Contini
Editore: Newton Compton Editori
Data pubblicazione: 7 dicembre 2019
Prezzo Amazon: 2.99 e-book; 8,41 cartaceo

SINOSSI

Dall’autrice del bestseller Tutta la pioggia del cielo

Patrick Morgan ha un chiodo fisso: le donne. Le ama, le insegue e loro, di solito, si fanno raggiungere senza problemi. Fino a che non compare di nuovo lei, Julia Williams, ex compagna di liceo e ora caporedattore della rivista «Talking», per la quale Patrick lavora. I due condividono un passato burrascoso. Non sono rimasti in buoni rapporti dopo aver trascorso una notte insieme. E mentre lei si vendica umiliandolo in tutti i modi immaginabili, Patrick si accorge di desiderare la donna che Julia è diventata. Fino al punto da escogitare l’impossibile per averla. Ma è davvero l’unica cosa che gli interessa o le sue intenzioni sono mosse da un sentimento più tenero? E, soprattutto, Julia capirà che è il momento di sotterrare l’ascia di guerra?
Il suo cuore è protetto da un muro, per evitare complicazioni sentimentali che potrebbero ferirla ancora. Ma forse adesso c’è qualcuno disposto a tutto pur di provare ad abbattere quella parete e farle tornare la voglia di rischiare...

Link Acquisto Newton 
 
RECENSIONE 

Buon pomeriggio a tutte voi, oggi il blog vi presenta la recensione dell’ultimo romanzo di Angela Contini,  “Tutta la neve del cielo” quinto capitolo della serie ambientata in Vermont. Edito come sempre dalla Newton Compton che ringrazio immensamente per avermi gentilmente messo a disposizione la copia digitale del romanzo.
Finalmente un libro piacevole da leggere, di quelli che ti fanno stare bene, è stato il mio primo pensiero dopo le prime pagine lette di questa storia.

Non nego che adoro Angela e la sua serie Vermont, quindi non meravigliatevi se la recensione sembrerà di parte, perché lo è di sicuro: con questo ho letto tutti e cinque i romanzi, e a giugno ho anche avuto il pacere di incontrarla al Festival del Romance che si è svolto a Milano.
In questo capitolo troviamo Patrick, il secondo dei fratelli Morgan: lo abbiamo già incontrato nel precedente “Tutti i colori del cielo” che imprecava contro il suo capo... così come in questo  ritroviamo Liam alle prese con la tipa che glia ha rotto il suo prezioso cellulare (vi ricordate?).

Ma andiamo con ordine: all’inizio facciamo conoscenza con Patrick e Julia ancora adolescenti che ci raccontano cosa è successo tra loro al ballo scolastico.
Julia è una ragazza dalle forme morbide, scontenta del suo aspetto e insicura di se come molte sue coetanee; Patrick invece è bello, il più corteggiato della scuola, atletico, con un immagine da preservare e gli ormoni in fermento com’è normale che sia alla sua età.
Quando la invita al ballo della scuola, lei non riesce a capire perché di tanta fortuna, ma preferisce non pensarci e godersi il momento, e aiutata dalla sua migliore amica si prepara per essere il più attraente possibile e non sentirsi a disagio.

La sera del ballo Patrick la va a prendere a casa, e la madre gli fa una foto di rito per immortalare il momento ed averne un ricordo, anche se lei liquida tutto in modo frettoloso (non ama essere fotografata).
Però le cose tra loro dopo il ballo non andranno proprio come Julia aveva sognato: sarà la sua prima volta, con l’imbarazzo e la timidezza che un’esperienza di quel tipo sprigiona, anche se con te c’è il ragazzo dei tuoi sogni;  i ricordi e il turbine di sentimenti rimarranno indelebili in memoria.
Quello che Julia non si aspetta però è che Patrick spiattelli tutto ai suoi amici per fare bella figura, vantandosi di quelli che ha fatto con lei, e soprattutto lo fa in malo modo, mettendola in imbarazzo e raccontando i dettagli con atteggiamento di scherno.
I ragazzi stanno ridendo. Patrick fa dei gesti strani. Sembra stia imitando un seno piuttosto grosso. Gli altri ridono di più. Sapete quando il sesto senso di cui, fortunatamente o malauguratamente–dipende dal punto di vista–tutti siamo dotati, ti dice che, forse e senza forse, quelle risate cretine potrebbero, in qualche modo, avere a che fare con te? Ecco, adesso ho questa scomoda sensazione che mi preme proprio sullo stomaco, anche se la confondo con un po’ d’ansia per l’incontro che non avevo previsto con Patrick.
Ascoltare tutto quello con le proprie orecchie per Julia è una coltellata al petto, ma lei sul momento reagisce bene, perché trova non solo il coraggio di rivelare agli amici che lui ha fatto “cilecca” al primo tentativo, ma la rabbia la trasforma in un tornado e senza pensarci due volte gli conficca il cactus che aveva in mano in mezzo alle gambe e scappa.

Nonostante l’umiliazione subita questo per Julia sarà la molla che gli farà cambiare strada, per cercare una nuova se, bella, realizzata più sicura, ma anche fredda, perché avrà messo il cuore sotto chiave.

Li ritroviamo 15 anni dopo: Patrick lavora nel giornale locale, e Julia che ha fatto tanta strada è capo redattore in un importante testata di New York, e il suo nuovo incarico la riporterà a casa, ma non immaginerà mai di finire al giornale dove lavora Patrick.

Quando se lo ritrova davanti nella sala riunioni del giornale, Julia si rende conto che 15 anni non sono bastati a dimenticare il primo amore, malgrado la corazza che si è costruita attorno. E Patrick abituato ad avere tutte le donne che vuole ai suoi piedi, farà molta fatica ad accettare l’indifferenza iniziale con cui lei lo tratta, e fra loro si scatenerà una guerra degna dei “Roses”, tutto per non ammettere, che quello che provavano 15 anni prima è ancora lì da qualche parte, come la foto che Patrick porta sempre con se da allora.
Julia sorride infilando gli incartamenti in una ventiquattrore. «Grazie signor Morgan. Avremo modo di conoscerci meglio nel corso di questo anno. Ora, se vuole scusarmi, dovrei sistemare le mie cose nel nuovo ufficio». Avremo modo di conoscerci meglio? Noi ci conosciamo benissimo, fluidi corporei compresi. Ma lei non se lo ricorda. Non si ricorda di me, Patrick Morgan. Oppure mente, perché almeno il nome dovrebbe ricordarlo. Mi liquida in un nanosecondo e sculetta verso l’uscita con l’aria spavalda, lasciandomi come un vero idiota al centro della sala riunioni. Julia Williams non si ricorda di Patrick Morgan. Memoria selettiva. Deve aver rimosso la parte peggiore della sua vita, cioè me. Non so perché, ma mi scappa una risata.  
Mi guardo allo specchio. Ho ancora l’affanno come se avessi corso. Scuoto il capo come per cercare di togliermi dalla testa l’immagine di quel… quel cinico bastardo. Il bello, in tutto questo, la cosa davvero ridicola, è che, non appena l’ho visto, il mio maledetto cuore è sobbalzato come un ragazzino che inciampa nei lacci delle scarpe. E sto sorridendo allo specchio. Con gli occhi lucidi. Sto sorridendo con gli occhi lucidi, come se fossi una suora che incontra il papa per la prima volta. Maledetta me!
Io mi fermo qui, credo di aver svelato già molto di questo romanzo, e per scoprire la strada tortuosa che faranno i nostri protagonisti, non vi resta che leggerlo.
Come in un moderno orgoglio e pregiudizio entrambi faranno fatica ad esternare e ad ammettere i loro sentimenti: Julia si nasconderà dietro al suo ruolo di capo per metterlo in difficoltà e tenerlo a distanza di sicurezza dal suo cuore; Patrick sfodererà tutte le sue armi migliori per tentare di sedurla e convinto che si tratti solo di attrazione (e di orgoglio maschile ferito), lo farà nel modo sbagliato, facendola allontanare sempre di più.

I romanzi di Angela sono un piacere da leggere, sono romantici ma non sdolcinati, sensuali senza essere volgari e le sue protagoniste sono donne forti apparentemente dure e distaccate, ma fragili e insicure come solo l’amore a volte può rendere, e per farsi conquistare faranno strisciare a lungo i loro pretendenti; ma anche i protagonisti maschili non sono da meno, ognuna di noi vorrebbe un compagno rude dal cuore tenero e tanto innamorato da fare follie. Patrick e Julia si rincorreranno, faranno del male al loro cuore finché...... non cadrà tutta la neve del cielo....

Come avrete capito ho amato moltissimo questo romanzo, a voi non resta che leggerlo e a me aspettare la prossima storia ambientata in Vermont
Voto 5/5

1 commento: